Biografia

SimoneLa mia storia con l’informatica nasce nel 1989, quando al posto di una console per giochi mi fu regalato uno dei primi personal computer. All’epoca gli hard disk erano grandi venti megabytes (più o meno quanto una sola bella foto digitale di oggi) e per fare qualsiasi cosa bisognava dare parecchi comandi con la tastiera.

Da autodidatta ho imparato come funzionava un elaboratore, come era assemblato e come lo si poteva programmare. Windows lo installai soltanto qualche anno dopo, era la versione 3.0.

Ho studiato informatica all’ITIS ma la passione e la voglia di mettere in pratica ciò che sapevo, mi spinse ben presto verso il mondo del lavoro. Nel 1995, mentre frequentavo il secondo anno delle scuole superiori, iniziai a lavorare come tecnico da un rivenditore, in un paesino nella provincia di Torino. Assemblavo personal computer.

Un anno dopo ebbi la fortuna di incontrare un visionario di Internet, che poco distante gestiva uno dei primi Service Provider. Per me, che usavo la rete da casa col modem e con estrema parsimonia per quanto costasse, fu una occasione incredibile. Internet era ancora dominio di pochi, ci si conosceva tutti ed in quell’anno nacque il protocollo HTTP, che prima semplicemente non esisteva. Ogni giorno saltava fuori qualcosa di nuovo ed imparai le tecnologie di rete da vero pioniere.

I nostri clienti erano le aziende ed in poco tempo appresi le dinamiche delle imprese e di come la tecnologia poteva essere di loro aiuto. Così nel 1998 con tanta ambizione ed un po’ di presunzione verso il lavoro che stavo lasciando, ho fondato con altri due ragazzi una società di consulenza. Avevo capito che l’informatica per essere utile doveva essere semplice e volevo portare questa semplicità, a modo mio, nelle imprese. Abbiamo chiamato la società Ahead perché volevamo essere più avanti di tutti, nonostante il più vecchio avesse poco più di venti anni.

Mi sono poi diplomato nel 1999, in tempo e malgrado le centinaia di ore di assenza.

I primi anni di Ahead sono stati la mia università, ho imparato a mie spese ad affrontare le conseguenze di certe scelte, anche tecnologiche, e la necessità di trovare una collocazione nel mercato, mi ha reso pragmatico, immediato, concreto. Siamo cresciuti anno dopo anno, consolidando progetti e soluzioni innovative, cercando sempre di ottenere la massima soddisfazione dei nostri clienti.

Per circa cinque anni ho fatto progetti di integrazione di sistemi e sviluppo software personalizzato. Nel mio territorio, quello Torinese, c’erano prevalentemente aziende del settore automotive, che avevano bisogno, con assoluta semplicità, di nuove tecnologie. In un mondo industriale spesso troppo altisonante, non era facile farsi ascoltare da così giovane, ma progetto dopo progetto, i fatti parlavano per me.

Dal 2004 ho iniziato a dedicarmi al mondo del retail con crescente continuità. I nostri clienti, che avevano punti vendita sparsi per l’Italia, erano l’ambiente ideale per mettere in pratica soluzioni software e collegamenti di rete. Internet e reti private al servizio del commercio e come formidabile mezzo per accorciare le distanze tra sede e negozi. Con importanti partner siamo andati all’estero ed in centinaia di negozi nel mondo c’era un pezzo della nostra tecnologia.

Il lavoro mi ha portato in giro per l’Italia, ho visitato centinaia di aziende e conosciuto migliaia di persone. Per buona parte di queste aziende il problema informatico era il sistema gestionale, più o meno adatto alle loro esigenze. Così nel 2010 ho voluto intraprendere la strada degli ERP cercando di scardinare la complessità di questo mondo con nuove soluzioni, semplici ed immediate. Dopo qualche mese di analisi la mia scelta è ricaduta su un prodotto internazionale, del quale sono diventato presto un entusiasta, lasciando indietro la marea di software locali, ormai vecchi e superati dal tempo.

Siamo stati premiati per i progetti che abbiamo portato a termine con successo, alcuni notevolmente impegnativi sul piano della complessità e delle performance. Ho avuto modo di mettere in pratica la mia idea di informatica in azienda, in tutti i reparti, dall’amministrazione alla produzione, dal magazzino ai venditori, dal controllo di gestione fino al management. Un ERP si diffonde in tutta l’impresa e l’unico modo per avere clienti veramente soddisfatti è quello di rispondere con competenza ed immediatezza alle richieste, perché il software diventa il motore del business.

Oggi Ahead è un’affermata realtà, continua a sviluppare progetti con innovazione e nel 2016 ho sentito la necessità di imprimere un ulteriore cambiamento. Saper cogliere le nuove opportunità di un mercato in continua evoluzione, nel quale gli attori agiscono sempre più indipendentemente, in un global network che richiede capacità di integrazione, non solo tra software ma anche tra imprese. Siamo in piena “open innovation” e le aziende che sapranno aprirsi, condividere la propria conoscenza e far crescere la community tecnologica, vinceranno la sfida.

La mia era “open” parte anche da questo blog.

 

Altre informazioni

Sono nato a Torino il 6 Giugno del 1981.

Ho la passione per la vela e porto il mare nel mio cuore. D’inverno scio e da qualche anno ho scoperto il meraviglioso gioco del tennis, nel quale cerco costantemente di migliorarmi. Seguo gli sport, amo il calcio e sono tifoso granata.