Browse Tag: Business Continuity

SQL Tips & Tricks, Log Shipping

Con il Log Shipping di SQL Server è facile implementare un sistema di replica completa ed alta affidabilità dei database. SQL Server infatti tiene traccia di tutte le operazioni di modifica del database in un file di “log”. Questo file viene normalmente “troncato” dal backup periodico (altrimenti crescerebbe all’infinito) ma è possibile utilizzarlo per replicare i dati su un altro server.

Continue Reading

Aggiornare non è un optional

Negli scorsi giorni l’ennesimo cryptovirus ha fatto danni, “WannaCry” – il suo nome – è ciò che molti hanno pensato dopo aver perso tutti i dati.

Il sistema è il solito: passa una mail con un allegato, il virus sfrutta qualche debolezza dei sistemi collegati, l’infezione si espande per tutta l’azienda. Questa volta WannaCry ha sfruttato una vulnerabilità di SMB (il protocollo di condivisione file di Windows) trovata e corretta da Microsoft lo scorso 14 Marzo.

In 2 mesi c’era tutto il tempo per aggiornare i server! Spesso, quando faccio notare che Windows Server 2008 ha quasi 10 anni e che Windows Server 2003 è fuori supporto da tempo, mi rispondono “ma funziona benissimo”. E poi corrono ad installare l’ultima versione di iOS sul proprio iPhone…

Storage Cluster con DRBD

Completo la serie degli articoli sull’alta affidabilità con il più classico dei sistemi di replica dello storage per Linux: DRBD.

E’ un progetto storico, iniziato moltissimi anni fa, che ha ormai raggiunto una maturità e stabilità significativa. La versione 8.4 consente di replicare un volume tra due nodi; la nuova 9.0 si definisce “SDS” Software Defined Storage e consente scenari più distribuiti fino a 16 nodi.

Continue Reading

High Availability Cluster

Un cluster di “alta affidabilità” è una coppia di server identici che agiscono come un singolo server per garantire la totale continuità in caso di guasto. Con un solo server tipicamente sono ridondati i dischi e gli alimentatori, ma gli altri componenti vitali (mainboard, processore o schede integrate) rimangono con un unico esemplare. Il cluster ci protegge dai disastri e permette al business di continuare, in modo trasparente, anche se uno dei due server è andato KO.

La virtualizzazione ha reso il clustering una pratica sempre meno diffusa: oggi un server virtuale può essere spostato a caldo (cioè senza mai essere spento) da un nodo fisico ad un altro, sfruttando le funzionalità di failover integrate, ad esempio, in VMware.

Ma c’è almeno un caso in cui il clustering è ancora indispensabile: lo storage.

Continue Reading

GlusterFS e lo storage replicato diventa semplice

Disporre di uno storage replicato in tempo reale è una possibilità molto importante per garantire la continuità di servizio dei server aziendali. In particolare, se lo storage ospita delle macchine virtuali, sapere che queste sono copiate istantaneamente su due (o più) dispositivi hardware differenti rappresenta una gran sollievo, rispetto a scenari di cosiddetto “disastro”.

Esistono diverse tecnologie software e dispositivi hardware in grado di realizzare automaticamente la replica di uno storage. In passato abbiamo visto, ad esempio, come Synology offra questa possibilità sui NAS di fascia alta; per Linux esiste da tempo il servizio DRBD. Oggi però parleremo di GlusterFS, un software sempre per Linux mantenuto da Red Hat e reso popolare dalla diffusione delle tecnologie di virtualizzazione open-source (OpenStack in primis).

Continue Reading

Failover

Un gruppo di continuità che si rompe, il guasto elettrico che arriva fino ai server, un nodo VMware KO, gli switch dello storage che si resettano… un evento da 5 secondi con conseguenze per oltre 10 ore tra fermo macchine e ripristino. Questa è una vera “breve storia triste” che ci introduce al tema del failover.

Nell’informatica, il failover è il passaggio ad un server, sistema, componente hardware o rete ridondante oppure in standby, immediatamente dopo un guasto o anomalia del precedente server, sistema, componente hardware o rete attiva.

Continue Reading

Cloud Backup

Tra le infinite risorse che il Cloud ci può offrire, ce n’è una molto importante per ciò che riguarda la Business Continuity. Se l’infrastruttura dell’azienda è on-premise, anche i backup sono locali (a meno di supporti asportabili – nastri – conservati più o meno diligentemente) e può essere importante delocalizzare il backup in un luogo remoto.

Il backup ci protegge dalle cancellazioni dei dati oppure da un guasto hardware. Ma chi protegge il backup da un evento ambientale quale ad esempio un incendio od un allagamento?

Continue Reading

Epidemia da cryptovirus

I cryptovirus sembrano inarrestabili e stanno mettendo a dura prova i sistemi di sicurezza e backup di moltissime aziende. Cosa è un cryptovirus?

Un cryptovirus o ransomware è un particolare tipo di virus che cripta i file dei documenti rendendo incomprensibile il contenuto. Il virus si propaga attraverso la rete, compromettendo anche gli archivi condivisi aziendali. La chiave per ripristinare il contenuto originale viene fornita dall’autore del virus solo dietro il pagamento di una somma di denaro, da qui il termine “ransom” (riscatto). Alcune varianti del virus sono state sviluppate solo per distruggere i documenti, senza che la chiave possa essere in alcun modo reperita.

Continue Reading